Cross border e-commerce: performance e trends del 2020

|Cross border e-commerce: performance e trends del 2020

Cross border e-commerce: performance e trends del 2020

.Risultati e trends che hanno segnato il 2020

Tmall Global è la prima scelta dei marchi internazionali per raggiungere il mercato cinese. Dall’aprile 2020, l’ingresso di nuovi brand esteri in Tmall Global è aumentato del 125% anno su anno e il fatturato è aumentato del 113% anno su anno.

Kaola è diventata una piattaforma di e-commerce per soci abbonati.

JD Worldwide ha iniziato a espandere l’attività di importazione al dettaglio transfrontaliera offline.

Cross Border E-commerce 2020

L’anno scorso il settore dell’e-commerce transfrontaliero ha visto un contesto più favorevole poiché il numero di città pilota di importazione al dettaglio è aumentato di quasi 1,5 volte. Inoltre, la convocazione della terza CIIE mostra che la Cina, sempre di più, sta supportando nuove forme e modelli di commercio elettronico transfrontaliero.

I consumatori cinesi cercano prodotti premium dall’estero per soddisfare le loro aspirazioni di progresso nella cura di se stessi, delle loro famiglie e dei loro animali domestici.

Con la pandemia globale che imperversa, ora forse più che mai, le piattaforme transfrontaliere rappresentano un modo, per i marchi stranieri di vendere in Cina, incredibilmente competitivo.

Nel primo trimestre del 2020 Tmall Global, Kaola e Jingdong Worldwide sono stati i TOP 3 rivenditori di cross border e-commerce, con una quota di mercato rispettivamente del 35,7%, 27,1% e 13,4%.

Analisi dei risultati

Tmall Global sta diventando sempre di più la prima scelta per i marchi esteri di entrare in Cina in quanto può a raggiungere direttamente i consumatori cinesi, creare brand awareness e analisi sui consumatori.

Dall’aprile 2020, l’ingresso di nuovi marchi esteri in Tmall Global è aumentato del 125% su base annua e il fatturato è aumentato del 113%. Oltre 31.000 marchi internazionali hanno partecipato al Double 11 Shopping Festival 2020. Dall’1 all’11 novembre, il fatturato delle merci importate da Tmall Global è aumentato del 47,3% su base annua. Sono 233 i marchi esteri che hanno registrato un fatturato di oltre 10 milioni di RMB e 871 marchi esteri hanno registrato un fatturato di oltre 1 milione di RMB. 

Nel 2018, Alibaba ha fissato un obiettivo di importazione di 200 miliardi di dollari in cinque anni. Tmall Global ha aumentato le transazioni del 37% su base annua nel secondo trimestre dell’anno fiscale 2021 di Alibaba.

Nel 2020, Kaola è diventata una piattaforma di e-commerce basata sull’abbonamento. Dall’e-commerce importato all’e-commerce importato per soci abbonati, l’adeguamento riflette la transizione di Kaola nel posizionamento e nella focalizzazione sul business. Kaola seleziona alcuni marchi di alta qualità in ogni segmento per soddisfare le richieste dei consumatori che hanno un elevato tenore di vita.

Durante il Double 11 Shopping Festival 2020, il numero di membri abbonati alla piattaforma di Kaola è aumentato del 104% su base annua. Sono state vendute 100.000 tessere associative in un secondo nella sessione di live streaming di Li Jiaqi.

ChemLinked rileva che l’e-commerce su abbonamento della Cina è ancora nella fase iniziale ma è probabile che diventi più frequente in futuro.

Nel 2020, JD Worldwideha registrato una crescita notevole. Nel primo semestre 2020, migliaia di marchi esteri sono entrati in JD Worldwide. Più di 500 marchi hanno aperto negozi monomarca, tra cui Nestlé, Abbott e DHC.

Più di mezzo milione di prodotti importati da oltre 100 paesi hanno partecipato al Double 11 Shopping Festival 2020 e il fatturato di JD Worldwide è aumentato del 50% su base annua.

Per arricchire i portafogli delle merci importate, JD Worldwide ha collaborato con ambasciate e associazioni di vari paesi per mettersi in contatto con imprese straniere. A dicembre, il Padiglione Nazionale del Perù è entrato in JD Worldwide. Ha inoltre collaborato con noti grandi magazzini stranieri per lanciare acquisti diretti globali. Mentre la Cina sta promuovendo in modo proattivo il porto franco di Hainan e il business duty-free, JD ha approfittato di questa opportunità per rafforzare l’attività di importazione al dettaglio transfrontaliera offline.

Analisi dei trends

Il team di ChemLinked ha riassunto tre tendenze chiave che modellano il mercato dell’e-commerce transfrontaliero cinese.

1) Forte richiesta di prodotti per mamme e bambini, bellezza e cura degli animali domestici
Dalla fine degli anni ’90 ad oggi i consumatori cinesi sono gradualmente cambiati. In un contesto generale di crescita anche la richiesta di prodotti è cambiata. I consumatori cinesi oggi sono sempre di più alla ricerca di prodotti premium che li porterebbero a una vita di qualità superiore. Secondo Tmall Global, da aprile ad agosto 2020, il consumo di cosmetici importati dopo gli anni ’90 è aumentato dell’85% su base annua. Anche il consumo di prodotti importati per animali domestici è aumentato del 36% su base annua. L’epidemia ha spinto i genitori a prestare maggiore attenzione alla salute dei loro bambini. Nel mercato transfrontaliero, l’alimentazione del bambino è diventata la seconda categoria più importante. Sebbene i marchi cinesi stiano vivendo una rinascita, la crescita di popolarità delle categorie di importazione non mostra segni di cedimento. 

2) I marchi di nicchia sono in forte espansione

La domanda di prodotti di nicchia ha iniziato ad aumentare. I profumi di nicchia incarnano la personalità delle giovani generazioni. Il mercato di nicchia del latte, come il latte vegetale (dall’Europa e dagli Stati Uniti), il latte di capra (dalla Nuova Zelanda) e il latte di cammello di Dubai, è diventato “virale” nel mercato cinese delle bevande. I prodotti per la cura della pelle islandesi, i profumi cubani, l’olio di pesce danese, le maschere di yogurt greco e altri prodotti nordici e sudamericani con un tempo di volo di oltre 10 ore sono diventati popolarissimi. Durante il Double 11 Shopping Festival 2020, il tasso di crescita delle vendite nei mercati di nicchia ha superato le tre cifre. L’acqua pura di rosa bulgara e l’olio essenziale marocchino, per esempio, sono articoli importati molto venduti.

3) Integrazione dei canali online e offline

Il futuro è l’integrazione dei canali online e offline. Alibaba e JD si sono impegnati nei formati commerciali transfrontalieri offline nel 2020. Alibaba ha aperto il negozio Hema Cross-border GO a Shanghai. Il negozio ha 1.500 mq, vende più di 1.500 prodotti provenienti da 54 paesi e copre 8 categorie. Hema Cross-border GO integra il nuovo e-commerce al dettaglio e transfrontaliero e fornisce un nuovo hub per i consumatori per l’acquisto di merci importate. Questo modello di acquisto integrato tra online e offline facilita la consegna in meno di 30 minuti. JD ha aperto il suo negozio duty-free offline ad Hainan per arricchire e migliorare l’esperienza dei consumatori.

 

2021-01-22T18:35:26+00:00 gennaio 22nd, 2021|e-commerce, Home|0 Comments

Leave A Comment